Risini sempre più a destra, Neri si dimette

PDCdP

Dall’insediamento dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Risini sempre piu spesso si è affiancato al nome di Città della Pieve quello della LEGA.
È nei fatti, sottolineati da vari eventi (tagli di torte e partecipazioni a cene prettamente politiche), che l’attuale amministrazione strizzi l’occhio alla LEGA di Salvini.
Il Partito Democratico di Città della Pieve vuole ribadire che la comunità pievese non si merita questo; da sempre la nostra comunità ha dimostrato di essere accogliente, solidale, democratica e plurale, qualità che mal si sposano con gli atteggiamenti di una destra populista e leghista.
Questa nuova caratterizzazione che l’attuale amministrazione vuole dare a Città della Pieve ci preoccupa e ci affligge. Le recenti dimissioni della consigliera comunale Kety Neri sono l’ennesima dimostrazione di quello che in molti ancora non vogliono capire.
Non si vuole mettere in dubbio l’esigenza, da parte del Sindaco, di dialogo per affrontare i problemi della comunità pievese con tutte le forze politiche che governano la Regione e il Paese; ma questa continua visibilità fianco a fianco con la LEGA, anche in occasioni prettamente di campagna elettorale, rappresenta una scelta di campo alla quale Noi democratici e progressisti vogliamo dissentire.
Riguardo poi l’affermazione del Sindaco, sulla necessità di parlare con tutti pur di riavere l’ospedale, ci sembra che le prime affermazioni dell’assessore Coletto vadano in altra direzione, quando sostiene che non si potrà averlo sotto casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Estendiamo l'obbligo d'istruzione

Nel “Piano per l’Italia”, che il Pd ha sottoposto al governo, abbiamo inserito una proposta concreta: estendere la scuola dell’obbligo fino ai 18 anni. Accompagnare il percorso d’istruzione dei ragazzi dai 3 anni fino alla maggiore età – come succede in molti altri Paesi europei – significa dare la possibilità […]