Città della Pieve conferirà la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

PDCdP

L’approvazione, da parte del Consiglio Comunale di Città della Pieve, della mozione presenta dal gruppo di opposizione Città della Pieve in Comune per il conferimento della cittadinanza onoraria alla Sen. Liliana Segre è motivo di grande soddisfazione. Il nostro grazie non va solo Simona Fabbrizzi, Michele Croce, Nicoletta Conciarelli e Veronica Fattorini ma a tutto il Consiglio Comunale che ha avuto il coraggio di approvare la mozione all’unanimità, come auspicabile per questo tipo di atti fortemente simbolici.

Di seguito il testo della mozione presentata lo scorso 17 dicembre ed approvata nella seduta del Consiglio Comunale il 28 maggio 2020:

L’importante manifestazione ‘L’ODIO NON HA FUTURO’, che si è svolta a Milano il 10 dicembre con una grande partecipazione, ha significato la necessità che le comunità democratiche sostengano con forza la vicinanza alla senatrice Liliana Segre, grande esempio di personalità libera, sopravvissuta ai campi di sterminio nazista, importante testimonianza per non dimenticare ciò che la storia insegna, soprattutto alle giovani generazioni.
Una comunità ha necessità di ritrovarsi anche nella difesa della propria identità, libera e plurale, fondata sul rispetto di tutti, nell’unità nazionale che guardi a ciò che unisce e non a ciò che divide, contro l’antisemitismo, l’odio razziale e la divisione, per le politiche di uguaglianza e le pari opportunità.
Per tale motivo si propone anche a Città della Pieve, Comune di antiche e radicate tradizioni democratiche ed antifasciste, la Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre, con le modalità che l’Amministrazione comunale riterrà più idonee, auspicando una unitaria adesione di intenti.

Pd per Liliana Segretario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Il 2 giugno esponiamo il tricolore alle finestre

Il 2 giugno è una data importante. La Festa della Repubblica Italiana e dell’unità nazionale. La festa degli italiani. Non è la giornata di una parte. Faccio un appello da cittadino italiano, organizziamoci: il 2 giugno esponiamo tutti il tricolore alle finestre per l’Italia e per la sua rinascita. Uniti […]