Il Sindaco leghista di Terni chieda scusa e si dimetta

PDCdP

Il sindaco leghista Latini chieda scusa alle donne, ritiri l’indegna ordinanza sul divieto di indossare abiti succinti e di avere atteggiamenti provocanti. Invece di perdere tempo con atti oscurantisti si occupi, davvero, del degrado della sua città, sempre se ne è capace, altrimenti rassegni le sue dimissioni.

Questa è l’unica cosa che può fare se tiene al decoro e all’immagine di Terni.Non è la prima volta che questa destra prova a comprimere i diritti e le libertà delle persone. Vogliono fare dell’Umbria un laboratorio politico contro le donne.

Oggi il sindaco Latini trasforma la lotta alla tratta e allo sfruttamento della prostituzione in una guerra alle donne, tentando di moralizzare il comportamento e, ancor più grave, il loro abbigliamento. Tutto questo è lontano anni luce dalla cultura democratica e liberale della nostra Umbria. Lottiamo per cambiare!

Tommaso Bori – Segretario Regionale Pd Umbria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Sabato 6/11 Circoli aperti - Tesseramento 2021

Il Pd Comunale di Città della Pieve, anche grazie ai congressi di circolo e comunale in programma nei giorni 19 e 20 novembre, sta ripartendo con forza.La forza del nostro partito è principalmente data dalla passione e l’impegno dei suoi iscritti che ci sono sempre vicini. Abbiamo organizzato per sabato […]